Accedi o registrati

Sei un nuovo utente? Registrati

Hai un account su un social network? Accedi con il profilo che preferisci


Hai un account CrazyForSport o Gioca?

LIC VEROLANUOVA 2014-2015

NEWS

15/12/2014
LIC - VIADANA = 88-90


Verolanuova  88
 
Viadana  90    dopo due tempi supplementari
 
LIC VEROLANUOVA: Dieye 3, Minini n.e., Crepaz 17, Orsatti 7, Mussoni 23, Salvini 20, Gerelli, Preti n.e., Bertolini n.e., Apollonio n.e., Zanoli 2, Deme 16. All. Scaroni.
VIADANA: Verzellesi 21, Ponzi n.e., Rossi 5, Grazzi 10, Steccanella 8, Altimani 21, Benatti, Prati 13, Simeoni 10, Flisi 2. All. Tellini.
ARBITRI: Rossetti di Almè (Bg) e Terragni di Brembate di Sopra (Bg).
NOTE: Parziali: 13-18; 33-34; 52-53; 66-66; 76-76. Usciti per falli Simeoni al 38’, Grazzi al 47’ e Salvini al 50’
 
 
 
 
 
 
 
 
Santa Lucia porta solo carbone in casa Lic Verolanuova: il match con Viadana, perso 88-90 dopo due tempi supplementari, lascia un’amarezza inquantificabile alla formazione di Adriano Scaroni  che spreca ben due colossali opportunità per vincere il match. La prima volta, nei tempi regolamentari: Crepaz a 3 secondi dalla fine mette una tripla pazzesca che sembra regalare la vittoria (66-63). I padroni di casa però non commettono fallo sui giocatori di Viadana, consentendo al miglior tiratore, Grazzi, di ricevere palla. Qui, l’esterno di Viadana, fa una magia pazzesca perché marcato da due giocatori di Verola sulla sirena trova la tripla del pareggio, di tabella (66-66). Ma nel supplementare Verola, dopo essere stata sotto di 6 (69-75) riesce a fare una grande rimonta e perviene al pareggio con  Malick Dieye proprio sulla sirena del 45’. L’azione di Dieye porta il canestro più un tiro libero aggiuntivo per il fallo subito: Dieye però sbaglia il potenziali libero della vittoria e tutto viene rimandato al secondo supplementare. Qui la Lic è stremata, essendo priva di Apollonio (n.e.) e Rossi e con troppi giocatori ormai senza energia: i canestri di Prati, Altimani e Verzellesi la condannano alla sconfitta per 88-90. Resta dunque un grandissimo rammarico per una sfida che era cominciata benissimo: 11-2 dopo 4’ minuti. Viadana però con la zona è riuscita a creare molti fastidi ai bresciani, e solo un Alessandro Mussoni immarcabile ha permesso alla squadra bassaiola di restare a contatto, con dieci punti consecutivi nel terzo periodo concluso sul 52-53. Il finale poi è però molto amaro, e sarà difficile dimenticarlo. Claudio Canini
 
“FONTE” BRESCIAOGGI
 

     

I NOSTRI SPONSOR